Telefono: 0185 322986
Cellulare : 393 9282444
Telefono: 0185 322986
Cellulare : 393 9282444
Blog
22
05
2017

Combatti la fame: rivolgiti ai giusti alimenti e dedicati a un allenamento costante

Di u8epq 0

Avete deciso di intraprendere un programma di allenamento con dieta annessa, ma fate fatica a resistere agli attacchi di fame?

Nessun problema, è una cosa comune e del tutto normale in quanto, se già si ha sottoposto il proprio organismo a cambiare completamente abitudini sia alimentari che sportive, non si può pretendere che segua le decisioni senza ribellarsi, almeno un po’.

Si instaura un meccanismo che riguarda l’impossibilità di fare qualcosa e la voglia, dunque, di volerla compiere.

Non è impossibile combattere il senso di non sazietà o la voglia pressoché continua di mettere qualcosa nel proprio stomaco, basta seguire qualche accorgimento.

Questo non significa dover evitare di ingerire qualsiasi cosa o di essere soggetti a diete particolarmente restrittive, ma solo che bisogna imparare a somministrare alimenti che facciano bene che diano il senso di pienezza senza, però, incidere sul peso e sul nostro programma di allenamento.

Perché viene il senso di fame?

Partiamo con un po’ di nozioni “scientifiche”: quando ingeriamo qualcosa, i livelli di glicemia si innalzano. Questo comporta, da parte dell’organismo, un’attività necessaria per contrastare queste quantità eccessive, rilasciando un particolare ormone noto a tutti: l’insulina.

Nel caso in cui il tasso glicemico fosse troppo elevato, l’insulina ha il compito di farlo assorbire in ogni modo possibile, fino al riempimento delle riserve disponibili. Ciò che rimane in più, è trasformato in grasso.

Esistono dei casi in cui può capitare che tale ormone sia presente in quantità maggiori rispetto il tasso glicemico da dover eliminare, rimanendo in circolo per eseguire il suo lavoro senza essercene effettivo bisogno e attivando un particolare meccanismo nel proprio corpo.

Quest’azione prolungata e non motivata, trova compenso attivando nell’organismo il senso di fame, in particolare nei confronti dei prodotti ad alto tasso glicemico.

Per evitare di arrivare a questo punto, è necessario rivolgersi a cibi che non siano caratterizzati da questa particolarità, che diano maggiore senso di pienezza e più a lungo poiché soggetti a una più lenta digestione e che non apportino un numero elevato di calorie.

A quali alimenti rivolgersi?

L’errore più comune che si tende a fare è quello di digiunare, pensando che sia il metodo migliore per perdere peso. O facendo passare troppo tempo da un pasto all’altro.

Purtroppo, però, la componente “testa” fa la sua parte, portandoci a mangiare di più dopo aver saltato la propria abitudine alimentare e, quindi, ad assimilare un maggior numero di calorie.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche degli alimenti e delle proprietà in essi contenuti:

  • i carboidrati: esistono diversi tipi di carboidrati, ma come fare a riconoscere quelli “buoni”? Anche in questo caso dal tasso glicemico, più è basso più sarà alto il senso di sazietà.
  • le proteine: queste ritardano il senso di sazietà rispetto, ad esempio, ai carboidrati. l’apporto energetico necessario a alla digestione, inoltre, è maggiore.
  • Quantità di cibo: ricordate di rivolgervi a quelle particolari sostanze che, nonostante si presentino particolarmente voluminose, contengono poche calorie e non solo, ma anche fibre e acqua. Qualche esempio? Yogurt magro, latte scremato, frutta e tanta verdura.
  • Masticazione lenta: no, non è una favola. Ingerire e masticare lentamente il cibo fa dimagrire! O meglio, dà la possibilità al cervello di mandare i corretti segnali di sazietà al proprio organismo, senza rischiare di abbuffarsi prima ancora di aver percepito la vera quantità di cibo ingerita.

Per avere qualche idea in più…

  • Pane, miele, cracker, riso, uva, banane e carote sono ad alto tasso glicemico;
  • pane integrale, cereali integrali, pasta, mais e arance contengono un medio tasso glicemico;
  • yogurt, mele, pesche, fagioli, noci, latte scremato e legumi sono, invece a basso tasso glicemico.

Il trucco sta nel trovare il giusto equilibrio, non occorre eliminare totalmente dalla propria dieta determinati cibi, ma sulla base delle proprie esigenze fisiche, risulta necessario trovare un equilibrio che garantisca di rimanere in forma e in salute.

A tutto ciò, inoltre, l’abbinamento di una costante attività fisica risulta fondamentale per riuscire a ottenere i risultati sperati.

autore: u8epq

Commenti
0